FINO dà molta importanza alle attività didattiche comuni a tutti gli studenti e a quelle definite per ciascun curriculum.

L’attivit√† didattica comune¬† √® principalmente rivolta a creare interazione tra studenti e docenti di tutti i curricula, per favorire possibili contaminazione tra i devours settori e metodi in filosofia. E’ sviluppata soprattutto al primo anno ed √® suddivisa in tre aspetti principali:

  • “rolling seminar” su un tema specifica discusso da diverse prospettive da diversi docenti; la proposta √® organizzare una discussione aperta su testi dati in anticipo e con l’impegno di scrivere un saggio su uno dei testi discussi.
  • Teoria dell’argomentazione: una introduzione generale a diversi aspetti dell’argomentazione o alla pratica della struttura argomentativa.
  • Incontri sulla valutazione della qualit√† della ricerca, open access, informatica umanistica, produzione scientifica e altri interessi condivisi.

Le attività didattiche curriculari sono organizzate per ciascun curriculum e coordinate da quattro diversi docenti:

1. Mente, scienza e linguaggio (curriculum epistemologico): Massimiliano Vignolo (Genoa)
2. Etica e filosofia politica  (curriculum etico-politico): Anna Maria Galeotti (Oriental Piedmont)
3. Storia della filosofia e storia della scienza (curriculum storico) Paola Rumore (Torino)
4. Ermeneutica, Estetica e fenomenologia (curriculum teoretico): Luca Vanzago (Pavia)